Effetti della Respirazione Yogica (Pranayama) Respirazione per la purificazione


gif

Senza ombra di dubbio non ci sarà bisogno di dire che la respirazione fa miracoli e che praticare le respirazioni che lo Yoga insegna rende anche molto più resistenti agli agenti patogeni esterni.


La respirazione quando è incompleta lascia una parte dei polmoni inattiva e questo favorisce il loro indebolimento precoce rendendoli vulnerabili da germi di varia natura.


Il torace ha la necessità di espandersi, così come la pancia ovviamente e questa capacità di espansione ci dice quanto respiriamo bene, non vi è giudizio ma è il segnale di partenza dove strutturare il lavoro di riabilitazione respiratoria.


Il raffreddore se preso per tempo può essere eliminato tramite un lavoro preciso sul respiro e anche il freddo può essere bilanciato tramite atti respiratori precisi.


Tramite la respirazione Yogica perfetta il sangue viene ossigenato a pieno e puoi immaginare tu stess@ cosa significhi avere un sangue ricco di nutrienti.


Attraverso il respiro Yogico si incrementa il potere digestivo andando a riequilibrare lo stomaco e l'intestino.


Insomma... se il respiro funziona bene tutto il corpo è sano!

Infatti la mancanza di forza ed elasticità del diaframma porterà il corpo ad indebolirsi inesorabilmente.


ATTENZIONE


Per la sua banalità, dettata dall'ignoranza della maggior parte delle persone, si pensa che il respiro non sia così essenziale e che quindi basti respirare come viene... SBAGLIATO!


Ti consegno ora una RESPIRAZIONE PURIFICATRICE


Con questo Pranayama purifichi le cellule e doni energia al corpo in generale ed è una respirazione adatta anche al post influenza ed è idonea per tutti coloro che devono parlare tanto, cantano o comunque vogliono avere più pulizia interiore in tutti i sensi.


Te la spiego step by step qui sotto:


  1. Svuota i polmoni e prendi una inspirazione completa dal naso

  2. Rimani in apnea minimo 10/15 secondi

  3. Metti le labbra come se dovessi fischiare o come se tenessi una cannuccia in bocca e senza gonfiare le guance fai una prima espirazione vigorosa ma non completare l'espirazione.

  4. Tieni ancora una piccola apnea con l'aria che rimane

  5. Espirala tutta a piccole dosi con intervalli di 2 secondi espiri e 2 secondi ritieni

  6. Svuota i polmoni completamente

Ecco questo spiegato sopra è un ciclo, finito il quale puoi prenderti lo spazio per effettuare 2 respirazioni normali per poi riprendere l'esercizio per altre 9 ripetizioni per un totale di 10.


Ricorda che l'aria dalla bocca a forma di cannuccia deve essere esalata in quegli step con vigore.


Sembra facile ma la gestione e la concentrazione sugli atti respiratori sono importanti al fine di non commettere errori e di non stare male durante l'esecuzione.


Questo esercizio dovrebbe essere praticato alla fine di una classe di Hatha Yoga dove si è mosso il corpo e la mente con energia e costanza...


Se praticherai questa respirazione almeno 3 volte a settimana durante l'autunno e l'inverno arriveranno grandiosi benefici e sarai molto più forte e in salute.


GARANTITO!


Nella nostra scuola di Yoga e Crescita interiore al modulo 4 trattiamo con svariati video la gestione del Pranayama e ti accompagniamo a riabilitare il diaframma in maniera corretta e facile.


Il corso si compone di 8 moduli più bonus per un totale di 35 ore di video in alta definizione che sono un vero e proprio percorso di conoscenza interiore in cui svilupperai un corpo e una mente più sani e belli.


Puoi vedere la pagina dell'accademia Yoga da qui


Puoi usufruire dello sconto al 50% del mese di settembre ed accedere per sempre a questi contenuti del valore inestimabile.



Per la Tua evoluzione...



102 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti